GAL: Interventi per la qualificazione logistica e organizzativa delle imprese a seguito dell’emergenza Covid-19
Contattaci

Con il presente Bando, GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano dà attuazione agli interventi previsti nel Piano di Azione Locale per il tipo di operazione B.1.1 (QUALIFICAZIONE E DIVERSIFICAZIONE FUNZIONALE E ORGANIZZATIVA DELLE IMPRESE A SERVIZIO DEL TURISMO) e nello specifico attiva l’azione B.1.1.4 “Interventi per la qualificazione logistica e organizzativa delle imprese a seguito dell’emergenza Covid-19”

 

FINALITA’

La sotto-azione B.1.1.4 persegue in modo sinergico l’obiettivo delle sottoazioni B.1.1.1. e B.1.1.2 riqualificazione e diversificazione dell’offerta turistica sostenibile locale nonché quello dell’azione B.1.1.3 di garantire l’accesso a beni e servizi essenziali alla popolazione e al territorio tramite lo sviluppo di esercizi commerciali finalizzati ad offrire alla popolazione e ai turisti un unico riferimento per il reperimento di beni e servizi di base nelle zone a forte rischio di spopolamento, carenti di servizi e di negozi di vicinato.

A questi obiettivi di carattere generale si affianca l’obiettivo specifico di realizzare un PI che consenta la riqualificazione logistica e organizzativa in adesione alle prescrizioni normative europee, nazionali, regionali e locali in tema di contrasto all’emergenza epidemiologica Covid-19.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie ammontano a 669.520 €

 

REQUISITI BENEFICIARI

Microimprese regolarmente iscritte all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole con posizione validata e fascicolo anagrafico formalmente corretto in gestione digitale e conforme ai contenuti dell’Allegato “A” alla determinazione n. 19019 del 28 novembre 2016, così come integrata con determinazione n. 3219 del 3 marzo 2017.

 

Possono essere beneficiari le microimprese singole, che abbiano sede in uno dei seguenti Comuni: Baiso, Canossa, Carpineti, Casina, Castelnovo Ne’ Monti, Toano, Ventasso, Vetto, Viano, Villa Minozzo,

in possesso dei seguenti codici di cui alla Classificazione delle attività economiche ATECO 2007:

  • 10.00 Alberghi;
  • 20.51 Affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, residence;
  • 30.00 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulette;
  • 20.10 Villaggi turistici;
  • 20.20 Ostelli della gioventù;
  • 20.30 Rifugi di montagna.
  • 21.01 Noleggio biciclette;
  • 21.02 Noleggio senza equipaggio di imbarcazioni da diporto;
  • 21.09 Noleggio di altre attrezzature sportive e ricreative;
  • 19.92 Attività delle guide alpine;
  • 51.00 Corsi sportivi e ricreativi;
  • 90.19 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio
  • 90.20 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici;
  • 21.00 Parchi di divertimento e parchi tematici;
  • 11.30 Gestione di impianti sportivi polivalenti;
  • 04.10 Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali);
  • 04.20 Stabilimenti termali.
  • 10.11 Ristorazione con somministrazione – attività degli esercizi di ristoranti, fast-food, rosticcerie, friggitorie, pizzerie eccetera, che dispongono di posti a sedere – attività degli esercizi di birrerie, pub, enoteche ed altri esercizi simili con cucina;
  • 30.00 Bar e altri esercizi simili senza cucina – bar – pub – birrerie – caffetterie – enoteche (dalla classe 56.30 sono escluse: – commercio al dettaglio di bevande, cfr. 47.25 – commercio al dettaglio di bevande attraverso distributori automatici, cfr. 47.99);
  • 7 Produzione di prodotti da forno e farinacei
  • 8 Produzione di altri prodotti alimentari.
  • 11.40 Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari – esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa che attuano la vendita di prodotti quasi esclusivamente alimentari su una superficie normalmente fino a 400 mq;
  • 22 Commercio al dettaglio di carne;
  • 24.10 Commercio al dettaglio di pane – inclusa la vendita diretta al pubblico effettuata dai laboratori di panificazione in una sede diversa da quella della produzione
  • 26.00 Commercio al dettaglio di generi di monopolio (tabaccherie) – commercio al dettaglio di tabacco – commercio al dettaglio di prodotti del tabacco
  • 62.10 Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • 64.10 Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero – commercio al dettaglio di articoli sportivi, attrezzi da pesca, articoli da campeggio e biciclette.

Non rientrano tra i possibili beneficiari le strutture agrituristiche e strutture per il turismo rurale.

 

MISURA DEL CONTRIBUTO

I Piani di Investimenti dovranno prevedere un importo minimo pari a 20.000 € ed un importo massimo pari a 100.000 €. L’aiuto è concesso nella percentuale del 60% della spesa ammessa, in regime “de minimis”.

 

SPESE AMMISSIBILI 

A) Interventi di recupero, riqualificazione, ristrutturazione, ampliamento finalizzati al contrasto epidemiologico Covid-19

  • Spese per opere edili, murarie e impiantistiche
  • Allestimento degli spazi esterni pertinenti al bene
  • Allestimento locali

B) Investimenti in macchinari, veicoli, attrezzature e arredi finalizzati a nuove forme di organizzazione logistica dell’impresa tese al contrasto epidemiologico Covid-19

  • Acquisto macchinari
  • Acquisto attrezzature
  • Acquisto arredi
  • Veicoli funzionali alle attività per un massimo di € 20.000 fino al massimo del 50% del PI

C) Investimenti immateriali finalizzati alla introduzione di nuove tecnologie tese al contrasto epidemiologico Covid-19

  • Software, attrezzature informatiche funzionali all’investimento fino a un massimo di € 10.000
  • Realizzazione dei siti internet ed e-commerce fino a un massimo di € 5.000

D) Spese generali e tecniche per un importo massimo del 10% delle voci da A a C

 

TEMPISTICHE 

Il Piano di Investimenti dovrà prevedere un tempo massimo per la realizzazione degli investimenti decorrente dalla data di adozione dell’atto di concessione del sostegno non superiore a 12 mesi, con un’unica proroga di durata pari a 180 giorni che potrà essere concessa su preventiva richiesta, debitamente motivata (da presentare almeno 30 giorni prima della scadenza del termine prefissato).

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Scadenza presentazione domande 30/09/2021 ore 17.00

 

Per maggiori informazioni e per presentare la domanda rivolgiti a noi!

Referente:

Sauro Benassi

345/3413523   

Sauro.benassi@cnare.it

    Iscriviti alla nostra newsletter

    per rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.