Bando per il sostegno degli investimenti produttivi finalizzati all’innovazione delle imprese
Contattaci
INVESTIMENTI PRODUTTIVI

FINALITA’

Il bando per il sostegno degli investimenti produttivi finalizzati all’innovazione delle Imprese si pone l’obiettivo di promuovere  la competitività e la sostenibilità delle imprese manifatturiere e di quelle operanti nell’ambito dei servizi alla produzione tramite il sostegno a investimenti di carattere innovativo e sostenibile, nel perseguire una più ampia strategia che mira a rafforzare i sistemi produttivi regionali al fine di renderli più reattivi e resilienti in relazione alle sfide individuate nella nuova “Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

€ 20.000.000,00

 

BENEFICIARI

PMI di qualunque forma giuridica, operanti nei settori manifatturiero e dei servizi alla produzione, con sede legale e operativa in Emilia-Romagna

 

INTERVENTI AMMISSIBILI 

Sono ammissibili gli interventi aventi ad oggetto l’implementazione di tecnologie e sistemi finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto, di servizio e organizzative idonee:
– Ad ottimizzare, efficientare e rendere più produttivi e sostenibili i processi aziendali interni;
– A favorire la crescita e il consolidamento dell’impresa proponente all’interno delle filiere di appartenenza;
– A favorire il posizionamento dell’impresa proponente in mercati e/o filiere produttive diverse da quelle di appartenenza;
– A contribuire alla neutralità carbonica e alla lotta al cambiamento climatico;
– A determinare una ricaduta positiva con riferimento ad uno o più dei 15 ambiti tematici cross-settoriali individuati nella nuova Strategia Di Specializzazione Intelligente (S3) 2021/2027

 

Gli interventi:

dovranno essere avviati a partire dalla data del 1° gennaio 2023 e dovranno essere conclusi entro la data del 31 marzo 2024;
dovranno essere realizzati presso l’unità produttiva/sede operativa dell’impresa richiedente ubicata nel territorio della Regione Emilia-Romagna;

 

DIMENSIONE DI PROGETTO

Dimensione minima di progetto € 50.000 

 

MISURA DEL CONTRIBUTO

20% della spesa ammessa a fondo perduto.

Incremento del 5% per imprese femminili e/o giovanili, o localizzate in zona montana, o localizzate in Area 107, o localizzate in “Aree Interne”, o in possesso di rating di legalità , o qualora il progetto abbia ricaduta positiva sull’incremento occupazionale.

+

15% della spesa ammessa solo in presenza di sottoscrizione di un mutuo bancario almeno pari al 50% dell’investimento e di durata di almeno 4 anni e ad un tasso forfettario del 4%. L’importo agevolabile corrisponde ai costi sostenuti per gli interessi del mutuo.

 

Contributo massimo erogabile = 150.000 €

 

SPESE AMMISSIBILI

A. Acquisto (o acquisizione in leasing) di beni strumentali materiali (macchinari, attrezzature e impianti, hardware) e di beni immateriali e intangibili (brevetti, marchi, licenze, servizi cloud computing e know-how);
B. Realizzazione di opere murarie e edilizie strettamente connesse all’installazione e posa in opera di macchinari, attrezzature, impianti e hardware. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima del 10% della voce A);
C. Acquisizione di servizi di consulenza specializzata per la realizzazione del progetto e per l’ottenimento delle principali certificazioni di processo e di prodotto. Tale spesa è riconosciuta nella misura massima del 10% della somma delle voci A) e B);
D.Costi generali per la definizione e gestione del progetto, compresi costi per la presentazione e gestione del progetto nonché per l’addestramento del personale per l’acquisizione delle nuove competenze richieste dall’utilizzo dei beni acquistati. Tale spesa è riconosciuta applicando un tasso forfettario pari al 5% della somma delle voci precedenti (spesa da non rendicontare).

 

PROCEDURA DI VALUTAZIONE E TERMINI DI PRESENTAZIONE

Procedura di tipo valutativo a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Nel caso in cui due o più domande siano arrivate nello stesso momento verrà data precedenza alla domanda che prevede l’investimento ammesso più elevato.

Apertura sportello per la trasmissione delle domande: 07/02/2023

 

Il progetto dovrà rispettare il principio di “non arrecare un danno significativo” (DNSH) agli obiettivi ambientali individuati nell’articolo 9 del Regolamento UE n. 852/2020. 

 

Per maggiori informazioni e per presentare la domanda rivolgiti a noi!

    Iscriviti alla nostra newsletter

    per rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.